AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Il miglior money management con le opzioni binarie

Le opzioni binarie sono semplici da utilizzare ma vi consigliamo di coltivare una gestione ottimale del vostro capitale, in linea con il miglior money management, adatto per le vostre esigenze.

Spieghiamo meglio cosa vuol dire e cominciamo col darvi dei criteri “prudenziali”, da seguire almeno inizialmente per non rischiare troppo o commettere delle imprudenze.

E’ vero che si può perdere al massimo il capitale che si investe con le opzioni binarie (salvo che il broker per alcune tipologie non preveda diversamente come ad es. le opzioni binarie 0-100) ma ciò non deve indurre ad una gestione spregiudicata del capitale disponibile.

Ecco le regole iniziali del money management per fronteggiare il rischio dell’investimento alle vostre prime esperienze.

Imparare a gestire il rischio con le opzioni binarie

Il rischio si impara a gestire con il tempo, man mano che si coltiva l’esperienza di trading binario. Non dimentichiamo che ciascuno di noi ha una certa propensione al rischio, sulla base dei risultati raggiunti in precedenza.

Ma se non abbiamo ancora alcuna cognizione delle nostre performance medie perché siamo proprio agli inizi, è illogico già destinare elevate somme da impiegare per ogni singolo trade, nell’aspirazione di un alto incasso globale (comprensivo di rendimento ed importo iniziale), dato che nulla ci interessa di quanti pips abbiamo previsto giusto o sbagliato.

A quel punto, è chiaro che si potrebbe cominciare a dire: se investo solo un 1 euro ed il rendimento è pari all’80%, bene che mi va guadagno 0,80 centesimi. Mi sembrano un po’ pochini. Voglio investire di più per avere una maggiore scala di guadagni. Niente di più sbagliato.

Giungiamo, quindi, a spiegare perché i broker preferiscono incoraggiare il maggior volume di trading, a prescindere dal fatturato. Salvo che i broker non prevedano diversamente, con il trading binario non vi è un margine massimo di esposizione e, se esistente, non funziona in modo condizionale alla leva ed agli investimenti effettuati, ma è un importo fisso (ad es. un broker potrebbe stabilire un margine di esposizione massimale di 2.500 euro, il che non è certo poco per le opzioni binarie, dove i trade minimi sono di pochi euro). Anche con i bonus, le piattaforme cercano di favorire il trading dinamico, chiedendo il volume di trading, e non il fatturato di trading, a livello di requisiti.

Un buon trading con le opzioni binarie cosa deve, infatti, fare, seguendo le massime del money management?

  • Non bisogna investire su ogni singolo trade, almeno inizialmente, più del 5% del proprio capitale.
  • Bisogna cercare di diversificare l’investimento, e quindi, non investire in asset con elevate correlazioni positive, in quanto se le previsioni sono sbagliate, si rischia di sbagliare “in tronco” tutta l’esposizione, e non impiegare in un determinato segmento affine di mercato più del 15% dell’investimento totale (ad es. valute, commodities, azionariato, indici)
  • L’esposizione verso il singolo trade, allorquando la piattaforma lo consente, può aumentare gradualmente. Ma ciò è una preferenza, adducibile allo stile di trading che, in questo caso, tende a “cavalcare l’onda”. Se, invece, il trading, più che dinamico ed indifferenziato, tende ad essere tattico (selezione del momento giusto per entrare nel mercato) e selettivo (studio solo di alcuni asset, su cui si conduce analisi tecnica e si monitorano i vari indicatori segnaletici di trading e le candlestick), allora l’esposizione varia gradualmente sulla base di dove mediamente abbiamo avuto più successo
  • Evitare i momenti di stress. Con le opzioni binarie ci si può concedere un periodo di tregua anche perché, salvo che la piattaforma non preveda diversamente, non vi sono commissioni di trading, non si paga per la gestione del conto né in base ai trade lasciati aperti

Il money management non si caratterizza di regole fisse ed immutabili. L’importante che dovete fare è imparare a crescere progressivamente, annotando pazientemente i vostri risultati e trattando la vostra attività di trading binario, anche se non fatta a livello professionale, come qualcosa di serio e non assolutamente come un gioco. Ognuno trova, poi, le regole che si adattano allo stile di trading con cui si trova meglio ed al proprio grado di propensione al rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piattaforme Opzioni Binarie - Guida ai Migliori Broker © 2015 Frontier Theme privacy - contatti - termini di utilizzo - sito avviso rischi