AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Le nuove previsioni sull’oro per il 2014

Si era parlato di nuovi record per il settore delle commodities nel metallo giallo. Ma ciò riguarda solo una determinata categoria di investitori e, in particolare, quella fascia che sta realizzando una graduale rotazione dei fondi impiegati in attività ad elevato rischio.

Siamo in stato di avversione al rischio ed il rifugio nelle solide commodities è sempre stata la prerogativa: solo che ora c’è una differenza sottile.

La diffidenza degli investitori comincia a sorgere anche nei confronti del giallo metallo finanziario, da sempre valutato conveniente per l’investimento, rispetto allo stoccaggio diretto  fisico presso i caveau.

Gli investitori non abituali che non hanno impiegato una grande mole di capitali (previsioni oro) negli investimenti selezionati hanno, quindi, selezionato beni-rifugio alternativi: ad es. settore del lusso e dell’arte, antiquariato e tutto ciò che può essere riserva di valore nel tempo.

Nuovi minimi intra-day per l’oro

I future sull’oro a giugno evidenziano nuove stime in ribasso e riflettono le aspettative degli investitori su una nuova caduta del prezzo del giallo metallo, quotato in dollari all’oncia.

Perché tali aspettative ribassiste, tenuto conto che il metallo giallo tende a ri-assestarsi su una quotazione media? Ecco i principali fattori che hanno inciso sulla formazione di tali nuove previsioni:

  • Le continue attese sull’apprezzamento del dollaro che renderebbe più costoso acquistare oro, tenendo conto che è quotato in dollari l’oncia. Da tale punto di vista, chi formula tale previsioni afferma che il malumore di Wall-street è segnato solamente dal tecnologico e dall’immobiliare, nonché dalla concorrenza valutaria internazionale. Fattori destinati a cadere con il tempo.
  • I massicci acquisti da parte della Cina del giallo metallo. Dapprima si pensava che fosse esclusivamente una domanda di natura istituzionale, diretta all’aumento delle riserve valutarie, anche sul fronte dell’introduzione sullo scenario internazionale dello yuan. Ora, si comincia a prospettare una domanda di natura privata da parte di quel settore che se ne serve per porre l’oro come collaterale, a garanzia del credito. Di certo, la domanda asiatica del 2013 non è stata un fenomeno marginale, ma si sta ripetendo di nuovo nel 2014. La Cina non è solo il maggiore produttore del giallo metallo ma ne consuma più di quanto ne produce, a quanto sembra dalle stime sull’import. Complice di ciò, le continue stime al ribasso da parte del settore manifatturiero Usa occupato nella lavorazione del giallo metallo che vede minori prospettive di fatturato: Empire state index del mese di aprile in calo, rispetto alle aspettative generali. Quindi, il boomerang del 2013 che ha visto le quotazioni dell’oro in eccezionale ribasso è destinato a ripetersi molto probabilmente anche sul finire del 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piattaforme Opzioni Binarie - Guida ai Migliori Broker © 2015 Frontier Theme privacy - contatti - termini di utilizzo - sito avviso rischi