AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Opzioni binarie dollaro, cosa attendersi dallo scenario USA

Per cercare di comprendere come poter investire in opzioni binarie sul dollaro questa settimana, bene prestare un rapido sguardo al calendario macro di questa settimana, che ci offre tanti spunti in grado di confermare una consapevolezza: riteniamo che le sorprese negative si stiano tenendo alla larga, consolidando pertanto la tenuta del dollaro su livelli distanti di minimi di inizio mese.

Detto ciò, scorriamo rapidamente l’elenco di appuntamenti macro del periodo, cominciando ricordando che il CPI a gennaio è atteso in aumento di 0,3 per cento mese e 2,3 per cento annuo, e che l’indice core dovrebbe invece aumentare di 0,2 per cento mese e 2,1 per cento anno. L’indice headline dovrebbe altresì registrare il quinto ampio aumento consecutivo dei prezzi energetici, mentre per il core i contributi importanti potrebbero arrivare dal comparto abbigliamento, dopo due contrazioni consecutive.

In uscita anche i dati, stimati in rialzo, dell’indice Empire della NY Fed, a febbraio auspicata sicuramente oltre i 10 punti, contro i 6,5 punti di gennaio. Usciranno altresì i dati relativi all’andamento delle vendite al dettaglio per il mese di gennaio, che dovrebbero risultare in crescita di 0,1 per cento mese su mese, sulla scia del rialzo del prezzo della benzina. Al netto del contributo delle auto le vendite dovrebbero essere in aumento di 0,4 per cento mese su mese, alla luce del dato deludente delle vendite di auto a inizio 2017. Al di là della volatilità del settore auto, che a dicembre era in forte aumento e a gennaio in forte calo, le vendite dovrebbero confermare il trend di solido rialzo dei consumi, in linea con i fondamentali positivi del mercato del lavoro e della fiducia dei consumatori.

Infine, uno sguardo ai dati sulla produzione industriale a gennaio, che dovrebbe essere invariata, dopo +0,8 per cento su base mensile a dicembre. La stabilità di inizio anno dovrebbe essere dovuta esclusivamente all’ampio calo atteso nelle utility, dopo +6,6 per cento su base mensile, per via dell’andamento del clima. Il manifatturiero dovrebbe vedere un solido rialzo dell’output (+0,4 per cento su base mensile dopo +0,2 per cento su base mensile a dicembre).

Updated: 24 febbraio 2017 — 10:08 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piattaforme Opzioni Binarie - Guida ai Migliori Broker © 2015 Frontier Theme privacy - contatti - termini di utilizzo - sito avviso rischi