AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Trading online, che cosa è la teoria di Dow?

La teoria di Dow è uno dei gruppi di regole e definizioni più note tra tutti coloro i quali si avvicinano al mondo del trading online dalla parte “didattica”. Ma siamo sicuri di sapere esattamente come nasca e di cosa si tratti?

Iniziamo con il ricordare che la Dow Theory è stata formulata da Charles Dow agli inizi dello scorso secolo, basandosi sulle osservazioni sui comportamenti dei mercati finanziari attraverso l’utilizzo dei grafici. Si tratta pertanto di una sorta di “padre” dell’analisi tecnica, che punta a individuare il trend dei prezzi e lo sviluppo del mercato, attraverso la valutazione di tre distinti movimenti (primario, secondario e terziario), e l’ottenimento di specifiche conferme attraverso il confronto di due indici.

Con tali prerogative, diversi studi hanno dichiarato che l’applicazione di tale metodo nel medio lungo termine avrebbe garantito dei risultati superiori a quelli riscontrabili dal tradizionale “cassettista”. Come a dire che, cogliendo i suggerimenti di acquisto e vendita ottenibili con la teoria di Dow, si ottengono risultati migliori rispetto al semplice possesso di lungo termine di determinati asset.

Stabilito quanto appena introdotto, possiamo ben ricordare come la teoria di Dow si basi innanzitutto sulla consapevolezza che il mercato è formato da tre tendenze: il trend primario di lungo periodo, il trend secondario di medio periodo, il trend minore di breve periodo. Le tendenze si suddividono a loro volta in tre fasi distinte: nel caso di un trend al rialzo riscontreremo una fase di accumulo, di convinzione e di speculazione; nel caso di un trend al ribasso riscontreremo una fase di distribuzione, di panico e di frustrazione.

Oltre ai principi sopra enunciati, la teoria di Dow si basa sul fatto che il mercato azionario “sconta” tutte le notizie, e che pertanto i prezzi delle azioni incorporano e riflettono tutte le informazioni che le riguardano e che sono state rese pubbliche a vari livelli. Tra gli altri principi, anche il fatto che le medie di mercato necessitano di una conferma a vicenda, e che occorre che il trend di un settore sia confermato anche dall’andamento dei settori a lui collegati.

Costituiscono ultimi pilastri della teoria di Dow la necessità di trovare una conferma della tendenza nel volume (il volume segue i prezzi, e l’andamento deve essere caratterizzato da forti volumi), e che le tendenze esistono solamente fino a quando i segnali definitivi dimostrano che sono terminate (escludendo dunque i movimenti di breve periodo, in controtendenza).
Per maggiori informazioni sull’analisi tecnica e sul trading online, vi consigliamo di cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piattaforme Opzioni Binarie - Guida ai Migliori Broker © 2015 Frontier Theme privacy - contatti - termini di utilizzo - sito avviso rischi